mercoledì 18 gennaio 2012

Ciambella alle tre farine "senza forno" con carote, ricotta e nocciole

Ciao a tutti, scusate se sono sparita, ma ho avuto delle giornate di fuoco: mio marito operato (niente di grave ma pur sempre un'operazione), mia nonna che si è fatta male e non può muoversi, mia mamma che gira come una trottola, devo gestire il lavoro tutto da sola (mia mamma povera non può aiutarmi perché segue mia nonna, e mio fratello, che doveva essere con me in questi giorni, è ammalato). Ultima e non ultima la mia piccola pulce da gestire.... insomma un macello!!!
E così, arrivo a casa (dei miei) la sera a orari improbabili, in versione cremino perché sono praticamente fusa.... il mio forno sono giorni che non lo vedo e mi mancano la farina, il burro, le verdure e tutte le mie pentolette.....

Vabbè dai... ce la faremo....

Così oggi vi posto la ricetta di questa torta che ho preparato domenica (prima di tutto l'ambaradan).





E' una ciambellona dal gusto rustico.... in questo periodo non ho voglia di creme e dolci zuccherosi, piuttosto di gusti "genuini" e corposità in bocca.

La particolarità è che non l'ho preparata in forno, ma su una apposita pentola che si pone sul fuoco:ho imparato da mia nonna che faceva sempre la ciambellona così ed è un pò come tornare inidetro nel tempo e riaverla con me.




Ero indecisa se coprirla con lo zucchero a velo o con della glassa, ma poi, per quanto detto prima, ho preferito lasciarla al naturale, permettendo al palato di gustarla nella sua naturalezza e semplicità.


Ingredienti:

100 gr di farina di grano 00 per dolci
100 gr di farina di grano saraceno
100 gr di semolino di farro
3 tuorli di uova da allevamento all'aperto
150 gr di carote
125 gr di ricotta
150 gr di zucchero di canna
70 gr di burro
50 gr di fecola
1 bustina di lievito
60 gr di nocciole tritate
70 gr di latte
sale qb


Procedimento:

Ho messo il burro e lo zucchero in una terrina e li ho incorporati tra loro con il mixer fino ad amalgamarli per bene. Poi ho aggiunto le uova, una alla volta, continuando ad usare il mixer. A parte ho tritato finemente le carote e le nocciole, le ho unite alla ricotta ed ho aggiunto il composto ottenuto all'impasto, continuando ad "mescolare".
Ho setacciato insieme le farine, con la fecola, il lievito ed il sale e le ho unite a pioggia, un pò per volta all'impasto. Da ultimo ho aggiunto il latte per dare più cremosità.
Ho rivestito la pentola con burro e farina ed ho versato il composto.




L'ho messa su un fuoco medio, ho posizionato il coperchio ed ho lasciato cuocere al massimo per 4/5 minuti, dopodiché ho continuato la cottura a fuoco medio per almeno altri 45 minuti (attenzione, regola magica di mia nonna: non aprire il coperchio prima di una mezz'ora o il dolce si affloscia... guai se mi azzardavo... hahahahah)




Nella foto qui sopra erano trascorsi circa 35 minuti, la ciambella era praticamente pronta ma ho lasciato ancora circa 15/20 minuti per farla dorare.




E' un dolce molto morbido e dal sapore particolare (mi piace molto mescolare i gusti delle farine e le varie consistenze).



In bocca risulta corposo, ma molto morbido, con la particolare croccantezza delle nocciole in contrasto.
E' ottimo a colazione o anche per la merenda!




Buon appetito!



Con questa ricetta partecipo al contest di Una pasticciona in cucina




ed al contest di Cultura del frumento









16 commenti:

  1. Ma è semplicemente meravigliosaaaaaaaaaaa!!!complimenti, ha un aspetto fantastico e soprattutto mai sentito di questa cottura!!!Bravaaaa

    RispondiElimina
  2. Ciao Yrma, tutot ok? Finalmente sono riuscita a postare una ricetta... ho di quelle giornate che mi viene da piangere e non posso neanche sfogarmi ai fornelli!!!!! :-C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paoletta, ti ho risposto sul mio blog alla domanda sulla farina che mi ponevi..eh, tutto ok è sempre un parolone!!!ma dai..tiriamo le nostre stanche membra (e qua si nota che ho superato i 30!)Ce la possiamo fareeeeeeeeeeeeeeeeee!!-* Spero che la situazione si sia ristabilita da te tra marito e parenti!!!In bocca al lupo!!:-)

      Elimina
  3. sono fantastiche le ciambelle ed i ciambelloni casalinghi! Bravissima!!
    p.s non mi parlare di stanchezza và... :-(

    RispondiElimina
  4. Anche le mie nonne cuocevano sempre il ciambellone sulla fiamma! bellissimo il tuo!
    In bocca al lupo per tutto !

    RispondiElimina
  5. ma sai che non avevo mai visto questa cottura? che forza! e che buona la tua super ciambella! sei veramente brava:-) tu faccio tanti auguri per tuo marito e cerca se riesci di staccare la spina senno' rischi di essere travolta! un abbraccio

    RispondiElimina
  6. ciao ragazze, grazie del vostro sostegno!!!! ;-D

    RispondiElimina
  7. bona bona!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! speriamo tutto bene e nulla di grave! bacione

    RispondiElimina
  8. Diciamo niente di grave, ma un gran cas.... :-S
    Nel senso che le cose sono capitate tutte insieme e si fa fatica a gestirle... vabbé andiamo avanti... anche se sono in crisi d'astinenza da forno hahahahaha

    RispondiElimina
  9. Bellissima questa cottura, direi che la ciambella sia venuta perfetta! Vedrai che il periodaccio finirà, i problemi quando arrivano, lo fanno sempre in gruppo! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  10. gusto forte, intenso, rustico.. una cottura d'altri tempi.. una ricetta che mi attira moltissimo!complimetni!

    RispondiElimina
  11. Mi attira da matti questa tua ricetta!!! e dire che difficilmente mi fermo a leggere un dolce......;)
    Baci
    Lalla

    RispondiElimina
  12. perfetta ! ricetta inserita, grazie 1000, ciao

    RispondiElimina
  13. questa non l'avevo mai sentita!!!!!!!!!

    brava!!

    RispondiElimina
  14. Un metodo di. Cottura davvero originale... Da provare!
    P.s. Ti auguro ogni bene!

    RispondiElimina
  15. pentola fornetto: devo averti! sarai mia! dopo una ricettina deliziosa come questa, l'acquisto è d'obbligo!
    buona domenica
    spery

    RispondiElimina

Se questo post ha stuzzicato il tuo palato, scrivimi due righe... e magari lascia anche un clik a google+ :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...